Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Comune di

Lastra a Signa

 
Villa Bellosguardo
/ Sezioni destra / Trasparenza / Comunicati stampa

Comunicati stampa

Comunicati stampa a cura dell'Ufficio stampa

Bilancio della Stagione 2017/2018 del Teatro delle Arti, ben 13.800 persone paganti fra cinema e teatro

Tempo di bilanci per la stagione 2017/2018 del Cinema Teatro delle Arti di Lastra a Signa che si è conclusa con lo spettacolo Falstaff del Teatro popolare d’arte realizzato a maggio e con la proiezione del film Loro di Sorrentino che ha portato in tre serate più di 500 persone.
Anche questa stagione è stata realizzata grazie alla stretta collaborazione con il Comune di Lastra a Signa, che in questi anni ha partecipato attivamente alla progettualità del teatro, con il sostegno di Regione Toscana e MIBACT.
Tanti sono stati gli appuntamenti: la stagione teatrale in abbonamento (con nomi importanti come Ugo Dighero, Tullio Solenghi, Ascanio Celestini), la rassegna di danza Resi-Dance, la programmazione per bambini e famiglie Fabula, gli spettacoli per le scuole, la stagione cinematografica di qualità con numerosi film programmati che hanno ricevuto prestigiosi riconoscimenti ai festival internazionali (Cannes, Venezia, Oscar) e nazionali (Venezia e David di Donatello), il progetto Spread di poesia, la stagione Il Posto delle Arti di drammaturgia contemporanea.
Il Cinema Teatro delle Arti è stato frequentato nella stagione 2017/2018 da 13.800 persone paganti: 8.700 per il teatro con 90 aperture di sipario e una media di 91 spettatori a sera e 5.100 per il cinema con 116 proiezioni (e una media di 42 spettatori a sera). Se a queste si aggiungono le serate organizzate direttamente dal Comune o da associazioni del territorio, come serate di  beneficenza, serate culturali o sociali, concerti, mostre, dibattiti e altre manifestazioni,si può ipotizzare che circa 22.000 siano le persone che hanno frequentato il Cinema Teatro, da ottobre 2017 a giugno 2018, un numero molto alto per una comunità di circa 20.000 abitanti.
Questi dati registrano una sostanziale stabilizzazione del pubblico teatrale e un lieve ma significativo aumento della media delle presenze del cinema rispetto alla scorsa stagione.
Oltre alla programmazione sono state realizzate attività di formazione: quest’anno è aumentata la richiesta di  laboratori condotti  da operatori professionisti  nelle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria (non solo ha aderito un maggior numero di classi, ma molte hanno scelto il laboratorio approfondito di 16 ore invece di quello base di 8); corsi di teatro per bambini e adulti (questi ultimi spesso coinvolti anche nelle produzioni professionali della compagnia); workshop di danza poesia; tutte queste attività impegnano circa 1.400 persone all’anno (di cui 1.000 circa sono i bambini delle scuole dell’infanzia e primarie).
Numeri interessanti si possono anche riscontrare nelle giornate di apertura della struttura: 269 giorni fra teatro, danza, cinema (99 cinema per 116 proiezioni, 110 teatro, più 60 pomeriggi dedicati ai corsi e ai workshop). In pratica, escludendo i due mesi di chiusura che sono luglio, agosto e settembre, significa che la struttura fa programmazione o attività quasi tutti i giorni.
"Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto in questo anno - ha evidenziato l'assessore alla cultura Stefano Calistri- e contenti che le modifiche apportate alla programmazione, con il confronto con gli utenti, abbiano ottenuto dei buoni risultati. Facciamo inoltre i complimenti per il lavoro eccellente svolto anche in questa ultima stagione, come succede ormai da anni, da Gianfranco Pedullà e dalla sua compagnia".  
"Grazie alla qualità del lavoro svolto dai collaboratori e dalla risposta dei pubblici il Teatro delle Arti si conferma un importante struttura di programmazione culturale nel Comune di Lastra a Signa e nell'Area Metropolitana fiorentina - ha affermato il direttore del Teatro Gianfranco Pedullà- un luogo di incrocio e incontro del teatro con la danza, il cinema, la poesia e l’arte".

mparrini - 08/06/2018

Parte il progetto Missione Lavoro per la creazione di percorsi di ingresso nel mondo del lavoro per soggetti fragili

Parte il progetto Missione lavoro ideato dall’amministrazione comunale per fornire sostegno e supporto all’ingresso nel mondo del lavoro a soggetti fragili o con maggiori difficoltà di integrazione, per ragioni sociali, sanitarie o socio-sanitarie.
Il progetto prevede l’attivazione di tirocini di tre mesi in aziende e cooperative del territorio a seguito dei quali il rapporto potrà trasformarsi o meno in un vero e proprio contratto di lavoro.     
I soggetti inseriti nel progetto, per un primo anno sperimentale, sono stati identificati in collaborazione con i servizi sociali del Comune e percepiranno per lo svolgimento delle ore di tirocinio 500 euro mensili lorde, come previsto dalla normativa della Regione Toscana. L’amministrazione comunale ha stanziato in totale 12.000 euro per la partenza del progetto.  
 “L’iniziativa – ha spiegato il sindaco Angela Bagni- si rivolge a persone che, per ragioni sociali, di integrazione o anche anagrafiche, hanno avuto difficoltà ad inserirsi nel percorso lavorativo dando loro la possibilità di farsi conoscere e compiere un primo ingresso nel mondo del lavoro”.
“Non si tratta di dare un messaggio volto all’assistenzialismo – ha aggiunto l’assessore al sociale Elena Scarafuggi- ma l’idea nasce dalla nostra convinzione che problematiche di tipo sociale possono essere risolte anche con la soluzione lavorativa”.
 Il progetto partirà per questo primo anno in via sperimentale con alcuni soggetti già inseriti nel percorso e se sarà efficace sarà valutato il finanziamento anche per il prossimo anno per altri soggetti.
 

mparrini - 08/06/2018

Villa Caruso Bellosguardo sarà affidata in concessione, pubblicato il bando per la ricerca di soggetti privati interessati alla valorizzazione

Pubblicato il bando per la ricerca di soggetti in grado di valorizzare la villa sia dal punto di vista economico che strutturale. Il Comune conserverà la piena proprietà dell'immobile, saranno garantite giornate per finalità artistico/culturali ad uso pubblico

Villa Caruso Bellosguardo sarà oggetto di un progetto di valorizzazione che riguarderà sia i locali interni della struttura che il parco monumentale della residenza appartenuta al grande tenore napoletano Enrico Caruso.

Presentato in Consiglio Regionale il bando per l’affidamento in concessione, pubblicato sul sito del Comune di Lastra a Signa(Sezione Bandi di gara e appalti), rivolto a soggetti che siano orientati allo sviluppo dell’interazione fra creatività e innovazione non solo in ambito culturale, a cui parte di Villa Caruso dovrà continuare ad essere destinata, ma anche in tutte le trasformazioni e destinazioni d’uso compatibili a livello urbanistico con il complesso storico.
L’amministrazione comunale, con questa decisione, dà così inizio al percorso di recupero di Villa Caruso Bellosguardo allo scopo di prevedere una migliore finalizzazione con l’obiettivo di consentirne la sostenibilità economico finanziaria.
I progetti presentati dovranno essere in coerenza con le linee strategiche dell’amministrazione comunale, che conserverà la piena proprietà dell’immobile, e quindi mirati alla valorizzazione del complesso immobiliare della Villa sia dal punto di vista economico che strutturale, con la previsione di mantenerne comunque una parte destinata ad un ambito artistico culturale ad uso pubblico.
Potranno essere proposte destinazioni d’uso di ampio respiro, da turistico- ricettive a culturali fino a strutture finalizzate alla cura e alla salute della persona; l’amministrazione comunale si riserva la garanzia del mantenimento del museo Enrico Caruso nella attuale collocazione con la possibilità di gestione dell’attività museale da parte del futuro concessionario sulla base degli indirizzi politico amministrativi e culturali forniti sempre ed esclusivamente dal Comune. Il Museo dovrà essere obbligatoriamente aperto 24 ore medie settimanali su base annua con l’accesso libero al parco nell'orario di apertura. L’amministrazione comunale potrà utilizzare una porzione della villa e del parco per 5 eventi promozionali di rappresentanza per un numero massimo di 15 giorni e 3 eventi culturali per un massimo di giorni 3 giorni.
Il bando, redatto dagli uffici comunali in collaborazione con l’Agenzia del Demanio, resterà aperto fino al 5 ottobre. A partire da domani chi lo vorrà potrà richiedere un sopralluogo, obbligatorio per la presentazione della domanda. Sarà inoltre promosso un Open Day, a cura dell’amministrazione comunale, finalizzato allo scopo di visitare tutti i volumi del complesso monumentale e il parco annesso.
“Enrico Caruso scelse questa dimora come suo luogo rappresentativo per vivere in Toscana il suo buon ritiro – ha spiegato il presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani -. Un luogo che a livello regionale ha una grandissima valenza storica e un interesse straordinario che dopo anni l’amministrazione comunale di Lastra a Signa, con una scelta oculata, ha deciso di dare in gestione”.
“Il Comune di Lastra a Signa è proprietario della Villa dal 1995 – ha aggiunto il sindaco Angela Bagni- e in questi anni tanti sono stati i progetti e le iniziative culturali, legate anche e non solo al nome di Caruso, che abbiamo promosso, come tanti sono stati gli interventi di manutenzione straordinaria e ordinaria per curare al meglio questo grande patrimonio. Purtroppo le risorse in nostro possesso non ci consentono più la gestione in autonomia della struttura. Mantenendo la proprietà, abbiamo deciso di far uscire questo bando per cercare soggetti che, tenendo conto della storia e del patrimonio, possano valorizzare al meglio il complesso”.
“Si è trattato di una decisione finalizzata al rilancio del nome della Villa a livello nazionale e internazionale- ha concluso la responsabile dell’Ufficio tributi e patrimonio del Comune Alessandra Vannuzzi- di un patrimonio storico e monumentale di grande importanza, oltre che di fascino e indubbia bellezza. Con questo bando diamo la possibilità a chi è interessato, con tutte le garanzie poste nel bando, di poter realizzare un’ampia possibilità di progetti mantenendo i vincoli storici e architettonici del bene”.

Consulta il bando e i documenti allegati

mparrini - 26/04/2018

Bando per concessione Villa Caruso, il 19 giugno un Open Day per presentare la villa a eventuali interessati e investitori

L’amministrazione comunale organizza una giornata per visitare la villa, il parco e tutto il complesso storico e monumentale

A seguito della pubblicazione del bando pubblico per la valorizzazione di Villa Caruso Bellosguardo, residenza appartenuta al grande tenore napoletano Enrico Caruso di proprietà pubblica dal 1995 che il Comune di Lastra a Signa ha deciso di affidare in concessione, il prossimo 19 giugno è organizzata una giornata di apertura straordinaria per permettere a tutti gli interessati di visitare il complesso storico e monumentale in tutte le sue parti, nonché il parco che lo circonda. L’Open Day della struttura si terrà dalle 10 alle 18, la partecipazione è libera e per informazioni è possibile rivolgersi ai numeri 0558743281 (Segreteria del sindaco) o  0558743238 (Ufficio patrimonio). Personale del comune sarà a disposizione per accompagnare gli interessati durante la visita. Ricordiamo che è possibile accedere in auto fino alla villa che si trova in via di Bellosguardo 54 (impostare navigatore località Porto di Mezzo - via Cesare Pavese).
Il bando realizzato in collaborazione con l’Agenzia del Demanio prevede la possibilità, attraverso lo strumento della concessione, di proporre progetti che siano orientati allo sviluppo dell’interazione fra creatività e innovazione non solo in ambito culturale, a cui parte di Villa Caruso dovrà continuare ad essere destinata, ma anche in tutte le trasformazioni e destinazioni d’uso compatibili a livello urbanistico con il complesso storico.
Potranno essere proposte destinazioni d’uso di ampio respiro, da turistico-ricettive a culturali, in ambito formativo e didattico fino a strutture finalizzate alla cura e alla salute della persona. Maggiori informazioni sul bando sono scaricabili dal sito www.comune.lastra-a-signa.fi.it, scadenza per la presentazione delle offerte 5 ottobre 2018.

mparrini - 06/06/2018

Bibliocult, proseguono anche nel mese di giugno le iniziative e gli appuntamenti culturali

Continua il programma di iniziative a cura della biblioteca comunale

Proseguono nel mese di giugno le attività culturali, gli incontri e le presentazioni di libri all’interno del programma Bibliocult a cura della biblioteca comunale di Lastra a Signa.
Mercoledì 6 giugno alle 18 “Come le fragole a primavera: guida sentimentale alla cucina e altre storie" a cura dell’Accademia degli impaginati. Interverranno gli autori Rosanna Fransceschina, Andrea Falcioni, Natalia Lastrucci , Roberto Giorgetti, sarà presente l’editore Fabio Gimignani.
Venerdì 8 e 22 giugno alle 17 il programma continua con due incontri del ciclo Tutti all’opera  curati da Silvano Sanesi e dedicati alle opere liriche in scena al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino: il primo dedicato a Il Prigioniero di Luigi Dallapiccola e a La Dafne di Marco da Gagliano e il secondo appuntamento a Macbeth di Giuseppe Verdi.
Infine nel mese di giugno tornerà anche l’appuntamento con il medico pellegrino Francesco Tozzi che parlerà della sua esperienza di viaggio “L’anello dello spirito fra eremi e foreste sacre" il 15 giugno alle 18.

mparrini - 01/06/2018

Piazza del Comune 17 - 50055 Lastra a Signa - FI - Numero Verde 800 882299 - Fax 055 8722946

Codice Fiscale - Partita IVA 01158570489 - Posta Elettronica Certificata: comune.lastra-a-signa@pec.it