Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Comune di

Lastra a Signa

 
Villa Caruso
/ Sezioni destra / Trasparenza / Comunicati stampa

Comunicati stampa

Comunicati stampa a cura dell'Ufficio stampa

INVITO STAMPA

INVITO STAMPA

Venerdì 9 giugno ore 11

Sala Giunta

Palazzo Comunale, piazza del Comune, 17 – Lastra a Signa

Presentazione dei risultati del nuovo servizio di raccolta rifiuti
introdotto su tutto il territorio comunale nel mese di gennaio 2017

 

Presentazione dei risultati del nuovo servizio di raccolta rifiuti introdotto su tutto il territorio comunale
di Lastra a Signa nel mese di gennaio 2017.

Interverranno per il Comune di Lastra a Signa il sindaco Angela Bagni e l’assessore all’ambiente Luca Manetti; per il gestore dei servizi, Alia, il presidente Paolo Regini, l’amministratore delegato Livio Giannotti e i dirigenti responsabili del settore.

amangani - 06/06/2017

Premio Nesi: il Comune di Lastra a Signa aderisce all’edizione 2017 e ne sarà la sede permanente a partire dall'edizione 2018

La delibera è stata approvata ieri in Consiglio Comunale, e si colloca nell'ambito di un più ampio progetto aggiornato insieme alla Fondazione Nesi

Rinsaldare il nome e la memoria delle opere di Don Alfredo Nesi, cittadino illustre di Lastra a Signa, e mantenere vivo il legame con la comunità di nascita. Con questi obiettivi ieri sera in Consiglio Comunale è stata approvata la delibera che sancisce l’adesione del Comune di Lastra a Signa al Premio Nesi 2017; nello stesso atto si istituisce la sede permanente del Premio a Lastra a Signa a partire dall'edizione 2018, anno in cui ricorre il 15° anniversario della scomparsa del sacerdote. L’approvazione della delibera si colloca nell'ambito del più ampio progetto “Lastra a Signa per Don Nesi – Don Nesi per Lastra a Signa” aggiornato insieme alla Fondazione Nesi di Livorno.

In particolare, l’amministrazione comunale intende dare giusto riconoscimento istituzionale al concittadino Don Alfredo Nesi, che ha finalizzato l'azione pastorale e l'impegno sociale e culturale all'emancipazione di persone e comunità; tutto questo nella consapevolezza del valore che la cittadina lastrigiana ha avuto nel corso della sua vita, sia nelle azioni concrete che nelle riflessioni.


L’opera di Don Nesi è di ampio respiro, basta vedere i suoi scritti - ha spiegato il sindaco Angela Bagni - ma anche e soprattutto quanto ha saputo realizzare prima in Italia e poi in Brasile, mettendo al centro della sua vita l'impegno sociale, educativo e culturale a favore delle persone in difficoltà. Eppure tutto è iniziato qui, dove Alfredo si è formato. Lastra a Signa è una comunità piccola, e lo era a maggior ragione negli anni Trenta e Quaranta, ma dall'esperienza di un piccolo gruppo di persone, un piccolo quartiere e una piccola chiesa possono nascere esperienze grandi e importanti. In questo senso, l’opera pastorale di Don Nesi resta davvero un esempio prezioso per noi.


Il progetto portato avanti dal Comune e dalla Fondazione Nesi si propone, per i prossimi mesi, di coinvolgere interlocutori pubblici e privati e di promuovere la raccolta di documenti e testimonianze relativi all’azione pastorale e all’impegno culturale di don Nesi, oltre a prevedere altre azioni finalizzate alla conoscenza di questa importante figura. Soddisfazione è stata espressa dal presidente della Fondazione Rocco Pompeo che, nel ricordare l'importanza di un premio che promuove l'emancipazione di persone e comunità, ha sottolineato “il legame presente e continuo che Don Nesi aveva con Lastra a Signa, anche durante gli anni trascorsi in Brasile. Questo percorso di condivisione e sinergia con l'amministrazione lo rafforza ulteriormente, e così alimenta la memoria di questa figura così importante per tutti noi.”



Don Alfredo Nesi nasce a Lastra a Signa il 17 luglio 1923. La comunità lastrigiana resta il quadro di riferimento durante la sua formazione e negli anni del seminario, della guerra e della Resistenza. Nel 1947  entra a Firenze nell’Opera Madonnina del Grappa, e inizia ad occuparsi di orfani di guerra e giovani bisognosi a Rovezzano e a Rifredi, entrando in contatto, negli anni successivi, con alcune figure significative della Firenze del tempo.
Dal 1962 al 1982 Don Nesi è a Livorno, dove dà vita al Villaggio scolastico di Corea, avviando varie attività di grande valore sociale e culturale  per il quartiere, la città e per vaste aree italiane. Infine, dal 1982 al 2003, don Nesi svolge, sempre come Opera Madonnina del Grappa, la sua missione in Brasile: nella parrocchia nella periferia di Fortaleza realizza ancora un villaggio socio-educativo-sanitario-culturale, in cui si intrecciano attività pastorali e sociali. Muore il 15 febbraio 2003 nella cittadina sudamericana, dove  è sepolto.
Il Premio Nesi, istituito dalla Fondazione omonima a partire dal 2011 nel nome e nella memoria dell'opera e della figura di Don Alfredo Nesi - Medaglia d’oro al merito per la scuola, la cultura e l’arte conferita dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini –, consiste in un contributo economico concesso a seguito di un bando pubblico. Il Premio è finalizzato alla valorizzazione e al sostegno di persone, movimenti, esperienze che si siano distinti nel campo dell’emancipazione delle persone e delle comunità attraverso servizi e attività socio-educativo-culturali.

amangani - 01/06/2017

Donazione organi e tessuti - Esprimi la tua volontà all’atto di rilascio o rinnovo della propria carta d'identità

Lo prevede il progetto “Una scelta in Comune”; «Decidere di donare organi e tessuti è un autentico gesto d’amore nei confronti della vita» – ha dichiarato il sindaco Bagni

A partire da lunedì 5 giugno 2017 a Lastra a Signa sarà possibile esprimere la volontà di donare organi e tessuti all’atto di rilascio o rinnovo della propria carta d’identità. Lo prevede il progetto “Una scelta in Comune”, realizzato dalla Regione Toscana in collaborazione con Anci Toscana, Federsanità Anci, Centro Nazionale Trapianti e AIDO, a cui ha aderito il Comune di Lastra a Signa.

Nello specifico, il servizio prevede, per tutti i cittadini maggiorenni, la possibilità di esprimere consenso o diniego sulla donazione di organi e tessuti, firmando un semplice modulo al momento del rilascio o del rinnovo della carta d’identità, da effettuarsi presso lo Sportello Unico al Cittadino, al piano terra del palazzo comunale (piazza del Comune, 17). Il dato acquisito viene registrato all’interno del Sistema Informativo Trapianti (SIT), la banca dati del Ministero della salute collegata ai Centri Regionali, ai Centri Interregionali e al Centro Nazionale Trapianti. Il dato, sia esso consenso o diniego, può venire riportato sul documento di identità solo su espressa richiesta del cittadino; a quest’ultimo, in ogni caso, sarà rilasciata una attestazione della volontà espressa, da conservare, preferibilmente, nel portafoglio.
Come previsto dalla legge italiana, la volontà espressa è modificabile in qualsiasi momento, attraverso una semplice dichiarazione da rendere a uno degli uffici dislocati su tutto il territorio nazionale, quali la USL, collegati alla banca dati del Centro Nazionale Trapianti. Nel rispetto delle scelte individuali, il personale dell’ufficio presenterà l’opportunità ai cittadini a seguito dell’adesione al progetto.
«Decidere di donare organi e tessuti è un autentico gesto d’amore nei confronti della vita – ha dichiarato il sindaco Angela Bagni - ancor più perché lo si compie a beneficio di una persona che non potremo mai conoscere. Con questa consapevolezza entriamo a far parte del progetto regionale “Una scelta in Comune”, per dare l’opportunità anche ai nostri cittadini, se lo vorranno, di esprimersi in questo senso, nel pieno rispetto delle volontà individuali.»

Secondo i dati diffusi dal Sistema Informativo Trapianti e aggiornati al 31 dicembre 2016, in Italia, lo scorso anno, sono stati effettuati 3694 trapianti, ben 367 in più rispetto al 2015; al 28 maggio 2017 i pazienti in lista d’attesa risultavano 9.282. Quanto riportato ben chiarisce l’importanza di informare e sensibilizzare i cittadini nei confronti di questa pratica. Per ulteriori informazioni consultare i portali www.regione.toscana.it/ott e www.aido.it.

amangani - 01/06/2017

Pubblicata ieri sul sito del Comune la graduatoria definitiva per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP) anno 2016

E’ pubblicata  da ieri, 31 maggio, sul sito del Comune di Lastra a Signa la graduatoria definitiva del bando generale per l'assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP) anno 2016. Per ulteriori informazioni è possibile chiamare l’Ufficio Servizio Sociale al numero 055 327 0117 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30, il martedì e il giovedì anche dalle 15.15 alle 17.45.

amangani - 01/06/2017

Giornata mondiale senza tabacco: a Lastra a Signa continua il progetto “Non fumarti la vita”

Oggi, in tutto il mondo, si celebra il World No Tabacco Day, la Giornata mondiale senza tabacco, promossa dall’Organizzazione mondiale per la sanità. In Toscana sono moltissime le iniziative in calendario per sensibilizzare l’opinione pubblica sui danni provocati dal consumo di sigarette. A Lastra a Signa a partire da ottobre 2015 è stato attivato il progettoNon fumarti la vita” promosso dall’amministrazione comunale insieme all’Azienda sanitaria di Firenze, all’Ispo e alla Federazione italiana dei medici di medicina generale per contrastare l’uso e il consumo di tabacco sul territorio comunale.

In occasione di questa Giornata, il sindaco Angela Bagni ha riportato la storia e l'esperienza cittadina di contrasto al tabagismo all'interno di un più ampio incontro promosso da USL Toscana Centro, Società della Salute Fiorentina Nord-Ovest e Auser Toscana per presentare il “Progetto multifocale per la dissuasione dal tabagismo”, che coinvolgerà i comuni della Zona Nord Ovest Fiorentina.

«L’esperienza pilota di Lastra a Signa nella lotta al consumo di sigarette si è concretizzata, a partire dal 2015, in una serie di azioni e servizi - ha spiegato il sindaco Angela Bagni - che hanno visto, in primo luogo, l’istituzione del divieto di fumo negli spazi per bambini e adolescenti all’interno di parchi e giardini comunali. A questo è seguita l’attivazione di un centralino antifumo, nato per accompagnare i fumatori nel percorso per smettere di fumare e per sostenere gli ex tabagisti in caso di ricadute. Attività di formazione e sensibilizzazione hanno interessato docenti e studenti delle scuole secondarie di primo grado e molti lavoratori delle aziende locali. A maggio dell’anno scorso è diventato operativo anche l’ambulatorio antifumo curato dal Servizio Dipendenze della Zona fiorentina Nord Ovest su richiesta del Comune di Lastra a Signa e dei medici di medicina generale dell'A.F.T. Esso garantisce a chi ne ha bisogno un programma personalizzato, psicologico e medico-farmacologico, sulla base di valutazioni del livello di dipendenza da nicotina e del consumo di sigarette. L’incontro di oggi – ha concluso il sindaco Bagni – è stata un’occasione di condivisione e confronto in vista di una progettualità più ampia e maggiormente integrata, a cui daremo con grande piacere il nostro contributo.»

Oltre che dal sindaco Angela Bagni, l'esperienza di Lastra a Signa è stata riportata anche dalle dottoresse Anna Di Natale, medico di famiglia, e Anna Cappelletti, referente di educazione alla salute zona Nord-ovest presso l'azienda USL Toscana Centro, che sono intervenute nel corso della giornata, insieme ai numerosi relatori e rappresentanti presenti all'incontro.

amangani - 31/05/2017

Piazza del Comune 17 - 50055 Lastra a Signa - FI - Numero Verde 800 882299 - Fax 055 8722946

Codice Fiscale - Partita IVA 01158570489 - Posta Elettronica Certificata: comune.lastra-a-signa@pec.it