Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni 2022

A ottobre prende il via la nuova edizione del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni, che coinvolge, come ogni anno, solo un campione rappresentativo di famiglie.
Nel 2022 le famiglie che partecipano al Censimento sono 1 milione 326.995 in 2.531 Comuni sull’intero territorio nazionale.
Il Censimento permette di conoscere le principali caratteristiche strutturali e socio-economiche della popolazione che dimora abitualmente in Italia, a livello nazionale, regionale e locale e di confrontarle con quelle del passato e degli altri Paesi.
Grazie all’integrazione dei dati raccolti dal Censimento – attraverso due diverse rilevazioni campionarie denominate “da Lista” e “Areale” – con quelli provenienti dalle fonti amministrative, l’Istat è in grado restituire informazioni continue e tempestive, rappresentative dell’intera popolazione, ma anche di garantire un forte contenimento dei costi e una riduzione del fastidio a carico delle famiglie.
Per arricchire questo importante patrimonio di dati statistici e conoscere meglio il Paese in cui viviamo, è stata fondamentale la piena collaborazione di tutte le famiglie campione.
Si ricorda che partecipare al Censimento è un obbligo di legge, ma anche un’importante opportunità.

Come partecipare
La rilevazione non interessa l’intera città e tutte le famiglie ma solo campioni individuati da Istat. Pertanto le famiglie che non hanno ricevuto nessuna comunicazione non faranno parte del censimento.
Le famiglie coinvolte saranno avvisate tramite apposite comunicazioni trasmesse direttamente da Istat e/o tramite rilevatori selezionati appositamente dal Comune.
1) hai ricevuto una lettera: compila il questionario on line
2) hai trovato una locandina presso la tua abitazione: attendi la visita del rilevatore

Obbligo di risposta
Si ricorda che per quanto riguarda le operazioni di Censimento, le famiglie sono tenute all’obbligo di risposta (art. 7 del d.Lgs. n.322/1989): l’obbligo di risposta consiste nella compilazione e trasmissione, in modo completo e veritiero, dei questionari predisposti dall’Istat.
La mancata o incompleta risposta ai questionari, è sanzionabile dall’Istat nella misura minima € 206,00 e massima di € 2.065,00 (art.11 d.Lgs. n.322/1989).
Pertanto si raccomanda la massima collaborazione.

Trattamento dei dati personali
I dati raccolti in occasione del Censimento sono coperti dal segreto d’ufficio e dal segreto statistico, in conformità agli articoli 8 e 9 del decreto legislativo 6 settembre 1989, n. 322 e successive modificazioni e integrazioni.
Le operazioni di Censimento che richiedono il trattamento di dati personali sono svolte nel rispetto della disciplina dettata dal decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e s.m.i. (Codice in materia di protezione dei dati personali) e dal Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali a scopi statistici e di ricerca scientifica effettuati nell’ambito del Sistema statistico nazionale (allegato A. 3 del decreto legislativo n. 196/2003) e dal Regolamento (UE) del Parlamento europeo e del Consiglio n. 679/2016, relativo alla “Protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali.

Materiale informativo e guida alla compilazione dei questionari

https://www.istat.it/it/censimenti/popolazione-e-abitazioni/documentazione

Domande più frequenti

Info
1) Numero verde Istat 800188802 (attivo dal 3 ottobre) – email:
2) Ufficio comunale censimento attivo presso il Comune di Lastra a Signa (Piazza del Comune, 17)
Telefono: 0558743219 – email:
Orario di apertura (su appuntamento):
– lunedì e mercoledì:  dalle 09:00 alle 13:00
– martedì e giovedì: dalle 09:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 17:30