Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Comune di

Lastra a Signa

 
Villa Caruso
/ Sezioni destra / Trasparenza / Comunicati stampa

Comunicati stampa

Comunicati stampa a cura dell'Ufficio stampa

Eventi meteorologici del novembre 2019, pubblicato l’avviso per richiedere contributi per i danni causati dall’ondata di maltempo

L’avviso è rivolto sia a privati cittadini che alle attività economiche e produttive

E’ pubblicato sulla prima pagine del sito web del Comune l’avviso pubblico per richiedere contributi per i danni causati dagli eventi meteorologici del novembre 2019. Sono previste misure di sostegno a favore di privati cittadini e delle attività economiche e produttive danneggiate dall’evento.

Le richieste vanno presentate entro le 23.59 del 7 agosto 2020, con le seguenti modalità: per le attività economiche via PEC all’indirizzo del Comune comune.lastra –a-signa@pec.it, per i privati i modelli vanno consegnati a mano allo Sportello Unico al Cittadino o inviati via PEC o anche tramite raccomandata A/R.

A seguito delle segnalazioni di danno, tecnici comunali effettueranno eventuali sopralluoghi per verificare la veridicità di quanto dichiarato.         

L’Ufficio Protezione Civile è a disposizione per ulteriori informazioni ai numeri 0558743204/289 o per mail all’indirizzo protezionecivile@comune.lastra-a-signa.fi.it.  

mparrini - 08/07/2020

Emergenza Covid-19 e ripartenza del territorio, il Comune di Lastra a Signa a sostegno dell'associazionismo, dello sport e delle attività produttive

Tre linee di intervento a supporto delle attività economiche e produttive del territorio, dell’associazionismo e delle società sportive attraverso un sostegno economico da utilizzare per la ripartenza. Lo ha stabilito il Comune di Lastra a Signa che ha deciso di stanziare 60.000 euro per le attività produttive ed economiche del territorio attraverso una riduzione della Tari, in particolare nei confronti di quegli esercizi commerciali che hanno registrato un lungo periodo di chiusura durante il lockdown. E non finisce qui, sempre indirizzato alle attività economiche saranno gli sconti del 30% sui diritti di segreteria delle pratiche edilizie e di quelle dello Sportello Unico Attività Produttive.

Per le realtà associative e circoli e per le società sportive il Comune ha deciso di stanziare 25.000 euro per le prime e 25.000 euro per le seconde e predisporrà nelle prossime settimane un bando con cui destinare i finanziamenti che seguirà il criterio del numero dei tesserati e del numero dei soci per l’assegnazione delle risorse.

Ricordiamo che fino ad oggi il Comune di Lastra a Signa ha predisposto una serie di bandi e finanziamenti anche sulla base dei contributi statali in sostegno di coloro che sono stati più colpiti dal punto di vista economico dalla crisi in atto. Due sono stati i bandi promossi per erogare buoni spesa e pacchi alimentari: 711 i cittadini che hanno fatto domanda, 455 le richieste accolte mentre 256 quelle respinte per mancanza di requisiti o per documentazione incompleta.

Il Comune di Lastra a Signa, a differenza di altri comuni, ha deciso di emettere due bandi, nell’arco di due mesi, per l’erogazione di questi tipi di contributi e quindi il sostegno delle famiglie è stato più duraturo nel tempo.

Inoltre l’amministrazione comunale ha aperto anche il bando per il contributo affitti straordinario, sempre relativo all’emergenza in atto, la cui istruttoria è in corso.

Infine, sempre per sostenere le famiglie in questo periodo di chiusura delle scuole sono stati promossi, attraverso uno specifico bando, i centri estivi per bambini e ragazzi nella fascia 3-14 anni a cui hanno risposto ben 8 associazioni del territorio e che sono partiti lo scorso 15 giugno e i centri estivi per i bambini dagli 0-3 anni in collaborazione con la cooperativa La Mosca Zezzè presso il nido comunale Skolè.

“Con questi provvedimenti – ha spiegato il sindaco Angela Bagni- si completa l’insieme di misure economiche che abbiamo varato in questi mesi per fronteggiare la crisi dovuta all’emergenza Covid-19. In questo caso si tratta di risorse comunali che abbiamo deciso di destinare a chi, nel nostro territorio, è stato maggiormente colpito dalla crisi e soprattutto a quelle realtà, come le associazioni sportive, il terzo settore e le attività economiche che sono il riferimento e la linfa vitale della nostra comunità”.

“Queste misure sono state possibili grazie alla solidità del nostro bilancio - ha aggiunto l'assessore al bilancio Massimo Lari - che, anche in questo momento di emergenza, ci ha consentito di trovare le risorse necessarie per varare questo piano di sostegni economici”.

(Nell'immagine il sindaco Bagni e l'assessore al bilancio Lari)

mparrini - 01/07/2020

Piano Operativo, approvate in consiglio comunale le controdeduzioni alle osservazioni presentate da privati e professionisti del settore

Adesso il documento sarà presentato in conferenza paesaggistica regionale

Sono 58 le osservazioni accolte o parzialmente accolte tra le 81 presentate al Piano Operativo che sono state discusse e approvate nella seduta di ieri del consiglio comunale.

Con questa approvazione si conclude la fase di lavoro di redazione da parte degli uffici comunali del documento che successivamente sarà presentato in conferenza paesaggistica regionale chiamata a verificare la conformità dello stesso al Piano paesaggistico regionale.

In particolare delle 81 osservazioni ricevute sia da parte di privati cittadini che di tecnici e professionisti del settore, 20 sono state accolte, 38 sono state accolte parzialmente, 23 non sono state accolte.

Tra le  osservazioni presentate al Piano Operativo, che ricordiamo rappresentano un apporto prettamente collaborativo da parte dei privati alla formazione dello strumento urbanistico, alcune sono state particolarmente rilevanti per il carattere di interesse generale ricoperto e tese al miglioramento del documento, come ad esempio per rimodulare gli interventi sul patrimonio edilizio esistente e facilitarne ulteriormente il recupero e le sostituzioni, per la riscrittura di alcune normative e per una diversa progressione degli interventi edilizi ammessi nei tessuti urbani.

Gli uffici comunali stanno lavorando da circa 2 anni alla redazione del Nuovo Piano Operativo Comunale, atto di fondamentale importanza per una comunità chiamata a definire le linee di sviluppo del proprio territorio, attraverso un lavoro articolato e complesso che ha visto coinvolti anche vari professionisti e la cittadinanza tramite il processo partecipativo “Percorso Comune” che si è sviluppato negli scorsi anni interessando tutte le frazioni.
Nel Piano sono previsti 45 ambiti di trasformazione urbana che comprendono sia interventi di recupero di importanti porzioni di città che nuove edificazioni, tutti all’interno del territorio urbanizzato (tranne quello che riguarda il recupero del Convento di Santa Lucia); ciò significa che il Piano Operativo non prevede alcun consumo di suolo agricolo. È prevista una fitta rete di percorsi pedonali e ciclabili che garantiranno una migliore accessibilità a luoghi strategici come la fermata ferroviaria, il Parco fluviale dell’Arno e quello della Pesa. Sono previsti 23 nuovi parcheggi pubblici collocati in tutto il territorio comunale e in particolare in prossimità delle zone con maggiori problemi in tal senso. Complessivamente le aree per parcheggi passeranno da 4,75 mq/abitante a 5,58 mq/abitante con un incremento di oltre il 15%.
Sui temi ambientali il Piano Operativo segna un vero e proprio punto di svolta: a tutti i 45 ambiti di trasformazione è richiesto di raggiungere almeno una classe energetica A1 con ulteriori premialità per chi raggiungerà la miglior classe energetica ovvero la A4. Ancora, per tutte le trasformazioni rilevanti sono richieste delle compensazioni per migliorare l’abitabilità urbana e per molti la compensazione prevede la partecipazione economica a un progetto di forestazione urbana che consentirà la piantumazione di oltre 800 alberi con un assorbimento di CO2 di circa 55 tonnellate nel corso di validità del Piano.
Anche sul fronte del rischio alluvioni il Piano contiene importanti novità: si è finalmente potuta pianificarne una concreta gestione del rischio. Nel nuovo Piano Operativo inoltre, per la prima volta, la riduzione dell’impronta ecologica (la carbon footprint) diventa una vera e propria regola conformativa a cui tutte le trasformazioni dovranno dedicare la giusta attenzione e le giuste risorse. 

“Siamo al secondo atto del procedimento- ha spiegato l’assessore all’urbanistica Emanuele Caporaso- che porterà all’approvazione del nuovo Piano operativo comunale, ci auguriamo, entro l’anno in corso. Le osservazioni presentate vanno sicuramente ad arricchire il documento senza stravolgere l’impronta fondamentale dello stesso: ovvero l’attenzione alla necessità di parcheggi, alla questione ambientale, al mondo agricolo e il guardare con particolare interesse alle nuove tipologie di mobilità dolce. Un lavoro complesso che ha portato ad un ottimo risultato puntando sul riuso e sul recupero del patrimonio edilizio a scapito di nuove urbanizzazioni”.          

“Un ringraziamento particolare agli uffici – ha concluso il sindaco Angela Bagni- che da più di due anni lavorano al documento, vero atto di pianificazione territoriale di un comune, e all’approccio costruttivo di cittadini e tecnici locali che con i loro interventi hanno dato un prezioso contributo all’iter di redazione del Piano”.

mparrini - 01/07/2020

Prolungamento dell'abbonamento Unico Metropolitano, il sindaco Bagni: "Soddisfatti della proroga. I cittadini hanno apprezzato il progetto, adesso lavoriamo per il biglietto integrato"

Il sindaco Bagni commenta l'approvazione in giunta regionale del prolungamento del progetto, di cui Lastra a Signa è stato Comune capofila

“Come Comune capofila non possiamo che essere soddisfatti del prolungamento del progetto Unico Metropolitano, una soluzione che guarda avanti verso un nuovo concetto di mobilità integrata e sostenibile dal punto di vista ambientale ed economico per il cittadino”. E’ quanto ha dichiarato il sindaco Angela Bagni dopo la notizia dell’approvazione ieri in giunta regionale del prolungamento del progetto, che ricordiamo con un unico abbonamento permette di utilizzare treno, bus e tramvia nei comuni della cintura fiorentina, fino a dicembre 2020.

“I cittadini hanno dimostrato di apprezzare questa iniziativa partita a luglio 2019 – ha aggiunto il sindaco-: infatti nel periodo pre-covid sono stati venduti, in media, circa 900 abbonamenti al mese in tutta l’area coinvolta nel progetto, con il nostro comune che ha registrato il 22% del totale degli abbonamenti acquistati, con dati più che raddoppiati rispetto al passato”.

“La nostra idea è quella di continuare a sviluppare il progetto dell’Unico Metropolitano – ha concluso -, arrivando alla formula del biglietto unico. Intanto bene che l’iniziativa prosegua per tutto il 2020: in questa nuova fase oltre al finanziamento regionale anche i singoli comuni contribuiranno al costo del servizio e per quanto riguarda Lastra a Signa ci sarà un investimento di quasi 6.000 euro”.   

mparrini - 30/06/2020

Si amplia l’offerta dei centri estivi: al via le attività anche per i bambini nella fascia 0-3

Dal 6 luglio parte il servizio promosso dalla cooperativa la Mosca Zezzè in collaborazione con il Comune. Le attività si terranno presso il nido Skolè

Grazie ad un accordo del Comune con la cooperativa La Mosca Zezzè, che gestisce già alcuni nidi comunali, partono a Lastra a Signa i centri estivi anche per la fascia di bambini in età 0-3 anni.  Il servizio inizierà dal 6 di luglio con possibilità di arrivare fino al 31 luglio, l’orario sarà dalle 8 alle 13 (senza pasto) e le attività proposte si terranno presso il nido Skolè in via Spartaco Lavagnini e prevedono laboratori, giochi all’aperto e con l’acqua, giardinaggio, letture ad alta voce. Per informazioni e iscrizioni è possibile rivolgersi direttamente alla Cooperativa chiamando il numero 3314540889.

“Considerate le esigenze di molte famiglie – ha commentato il sindaco Angela Bagni- che giustamente chiedevano, in vista della ripresa di molte attività lavorative dopo il lungo stop causato dal Covid-19,centri estivi anche per i bambini più piccoli ci siamo impegnati per capire come fare ad offrire, almeno per il mese di luglio, esperienze ludiche e formative consone per la fascia 0-3. Inoltre già dalla prossima settimana, annunceremo come fare per richiedere i contributi a sostegno della frequenza dei centri estivi, per tutte le fasce di età”.  

  

mparrini - 26/06/2020

Piazza del Comune 17 - 50055 Lastra a Signa - FI - Numero Verde 800 882299 - Fax 055 8722946

Codice Fiscale - Partita IVA 01158570489 - Posta Elettronica Certificata: comune.lastra-a-signa@pec.it